Sostienici: Destina il tuo 5 per 1000: nell'apposita scheda del 730, Unico, Cud, nel riquadro "Sostegno al volontariato delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale" apponi la tua firma e indica il codice fiscale del Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile: 97562840013. E ricorda: il versamento di un contributo volontario al CSDPF è detraibile dalle tasse

Il Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile, fondato il 26 maggio 1995, svolge attività di contrasto alla violenza di genere attraverso azioni di ricerca e formazione, si occupa inoltre di progetti finalizzati alla realizzazione delle pari opportunità e della promozione culturale delle donne. È’ attivo in tutte le occasioni di incontro e dialogo con le altre associazioni femminili locali e nazionali, collabora con l’Università e con le istituzioni. A partire dal 1995 è stata allestita una biblioteca specializzata nella saggistica delle donne, un archivio fotografico e una videoteca. La biblioteca conta oggi più di 4000 volumi. Da luglio 2016 fa parte della Federazione Làadan, associazione di II livello costituita da Casa delle Donne di Torino, Archivio delle Donne in Piemonte, e noi.

Inaugurazione Làadan



L'associazione è iscritta al: Registro Provinciale delle associazioni di Promozione sociale; Registro Comunale associazione della Città di Torino, Registro UNAR  delle associazioni e degli enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni. 

È referente del gruppo formazione del Coordinamento Contro la Violenza alle Donne della Città di Torino di cui è componente dalla fondazione; 

Partecipa al Tavolo per l'ascolto e il trattamento dei maltrattanti come attività di prevenzione e contrasto alla violenza nei confronti delle donne, istituito dalla Provincia di Torino nel 2011 e ora gestito dalla Metropoli di Torino; 

Partecipa al Tavolo Provinciale per le attività e gli interventi a favore delle donne vittime di violenza, ed è una delle componenti del Centro Antiviolenza capofila Consorzio Socio Assistenziale del Cuneese;

Partecipa al Tavolo regionale della Regione Piemonte sulla Salute di Genere, su questo tema ha proposto in passato cinque convegni sul territorio nazionale ed ha offerto consulenze a istituzioni come la Regione Lombardia